10.3.1B-FSEPON-PI-2017-1; I CARE

ANNO 2018/2019
Immagine della scuola

CPIA 1 Asti “Maestro Eugenio Guglielminetti”

Il CPIA 1 di Asti Maestro E. Guglielminetti è un’Istituzione scolastica del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca, istituito per il life-long learning delle persone in età adulta che non hanno assolto l’obbligo d’istruzione e/o che non sono in possesso del titolo di studio conclusivo del Primo Ciclo di Istruzione. L’Istituto opera su tutto il territorio provinciale, le sedi comprendono: Asti, Nizza Canelli, Monferrato, Casa di Reclusione di Quarto d’Asti e altri punti di erogazione del servizio messi a disposizione da scuole, comuni e associazioni. Gli studenti attualmente iscritti al CPIA sono 1904, alcuni sono italiani, molti provengono dall’Africa settentrionale, dall’Africa subsahariana, dall’America centrale e latina, dall’Asia e infine dall’Europa, soprattutto dell’est.

ATTORI

I destinatari dei moduli sono studenti ultra-sedicenni, minori non accompagnati, richiedenti asilo e rifugiati; giovani adulti e adulti italiani che maggiormente rischiano l’abbandono scolastico e l’isolamento sociale.

Gli operatori coinvolti hanno compiti specifici e fondamentali per la personalizzazione dei percorsi: il formatore, il tutor e la figura aggiuntiva.

DESCRIZIONE

Il progetto è stato strutturato in nove moduli, sei dei quali sono stati svolti in collaborazione con l’Istituto d’Istruzione Superiore Giovanni Penna di Asti. I moduli hanno mirato all’ampliamento della rete degli adulti; all’incremento delle attività finalizzate all’inclusione di soggetti in situazione di svantaggio; all’innalzamento dei livelli di competenza. 

L’iniziativa ha risposto ai bisogni formativi, recentemente emersi e non ancora soddisfatti, di un’utenza particolarmente vulnerabile dal punto di vista linguistico e formativo, che rischia l’emarginazione scolastica e sociale e che necessita di azioni didattiche specifiche e mirate.

RETE DEL TERRITORIO

Il CPIA opera in rete con molti soggetti del territorio per finalità condivise: ha sottoscritto il “Laboratorio Territoriale di Progettazione”; ha concordato l’accordo di rete e il regolamento per il funzionamento della commissione per la definizione del patto formativo individuale con Istituti Secondari di secondo grado (I.I.S. A. Castigliano di Asti, I.I.S. G. Penna di Asti, I.I.S. N. Pellati di Nizza Monferrato); ha sottoscritto un protocollo di intesa con la Prefettura di Asti e l’Ufficio Scolastico Territoriale; ha sottoscritto un impegno formale con la RETECPIA PIEMONTE per una collaborazione continuativa e per il partenariato previsto dai progetti DM 663/2016; ha sottoscritto con il Polo Universitario di Asti Studi Superiori una convenzione per lo svolgimento di attività educative e didattiche; opera in sinergia con altri progetti attivi sul territorio.

In linea con la raccomandazione del Parlamento Europeo e del Consiglio, relativa allo sviluppo delle competenze chiave per l’apprendimento permanente degli adulti, si sono ritenuti urgenti alcuni obiettivi didattici, tra cui lo sviluppo e il potenziamento delle competenze di base previste al termine dell’obbligo scolastico, quali la padronanza della lingua italiana; l’utilizzo di una lingua straniera per i principali scopi comunicativi ed operativi; l’uso degli strumenti matematici nel quotidiano per interpretare la realtà che ci circonda.

Le strategie didattiche messe in atto hanno permesso di superare la dimensione frontale dei saperi e la progettazione per unità didattiche di apprendimento è stata necessaria per il riconoscimento dei crediti e per la personalizzazione del percorso. Sono stati valorizzati l’utilizzo di strumenti digitali, l’attività di peer-to-peer, la metodologia didattica del cooperative learning e del problem solving, l’uso di ambienti digitali a distanza.

I sei moduli hanno dato la possibilità di acquisire delle competenze e delle conoscenze richieste per poter accedere direttamente al secondo periodo didattico del secondo livello dell’indirizzo prescelto e hanno focalizzato la loro attenzione sul potenziamento delle competenze linguistiche nell’uso dell’italiano (due moduli – FASE A e FASE B), sul potenziamento delle competenze linguistiche nell’uso dell’inglese (due moduli – FASE A e FASE B), sul potenziamento delle competenze matematiche (due moduli – FASE A e FASE B). 

Ciascun modulo ha coinvolto ventinove corsisti, venti dei quali, nel corso degli anni scolastici successivi, hanno conseguito il diploma di scuola secondaria di secondo grado presso l’Istituto Superiore Giovanni Penna.