10.1.1°-FSEPON-PI-2017-42 Orti di Creatività

anno 2018
Immagine della scuola

Scuola Rossignoli

La “Rossignoli” è nata nel 1964 e fa parte dell’I.C. “C.A dalla Chiesa” di Nizza Monferrato. Ospita circa 400 alunni in 19 classi e 40 insegnanti per 27 ore settimanali. Offre servizi di pre-scuola, doposcuola, mensa, una fornitissima Biblioteca, 7 LIM e una postazione multimediale mobile (circa 30 dispositivi). Partecipa a Progetti Europei. L’utenza è eterogenea; è alta la percentuale di alunni stranieri

ATTORI

Il Progetto ha coinvolto 177 alunni e 21 docenti.

DESCRIZIONE

Con questo Progetto la scuola esce dai locali scolastici e si trasferisce negli spazi aperti delle aule verdi, nell’orto e nel giardino scolastici, nel territorio Unesco. Questi luoghi diventano “terreno fertile” dove sperimentare concretamente i compiti di  cittadinanza attiva e responsabile, veri ORTI DI CREATIVITA’ dove, attraverso il contatto con la natura, sperimentare le proprie potenzialità e le proprie abilità comunicative in lingua italiana e in inglese, “dare forma”, COLTIVARE LA CRESCITA della persona

RETE DEL TERRITORIO

Amministrazione Comunale

Slow Food

Nonni Ortolani

Produttori del territorio

Il Progetto ha l’obiettivo di COLTIVARE LA CRESCITA delle competenze di cittadinanza responsabile, di soft skills relativi all’area cognitiva, di specifiche abilità di apertura al nuovo, di sviluppo dell’iniziativa, di rafforzamento della consapevolezza di sé ed autostima, per costruire la propria identità e migliorare le  competenze relazionali e sociali.

La scuola esce dalle aule tradizionali per aprirsi alle “aule verdi”, al territorio, per sperimentare nuove metodologie didattiche e modalità di apprendimento più dirette e concrete, più vicine ai bambini.

A sua volta, anche il territorio si apre alla scuola, collaborando e contribuendo in modo diretto e concreto alle attività didattiche e culturali, attraverso occasioni formative ed eventi.

Territorio: collaborazione costante con eventi e attività a scuola.

Docenti: sperimentazione di metodologie didattiche più creative, coinvolgenti e più consone ai bisogni dei bambini.

Alunni: vivono la scuola con maggior interesse, come un’esperienza piacevole e motivante, sviluppando competenze sia sociali che cognitive.